Google Classroom
GeoGebraGeoGebra Classroom

Gestione ottimale delle scorte di magazzino

Argomento:
Funzioni

La gestione delle scorte (modello di Harris-Wilson).

Contesto: Ogni impresa, per la produzione e la vendita, impiega materie prime e prodotti finiti di cui deve rifornirsi e di cui deve conservare scorte in magazzino. La scorta è un quantitativo di materiale immediatamente disponibile che attende di essere sottoposto ad un processo di trasformazione o di distribuzione.

Aspetto generale del problema delle scorte

Motivare con approfondita analisi di un processo produttivo la necessità per un'azienda, di accumulare scorte.

Il modello teorico considerato.

La gestione delle scorte di magazzino può fare riferimento al modello di Harris-Wilson. Esplicitare le ipotesi da porre come condizioni di applicabilità di tale modello.

Caso aziendale da sviluppare.

Un mobilificio utilizza 5000 tavole di legno di abete all'anno, con un consumo uniforme nel tempo. Ad ogni rifornimento, le tavole vengono stoccate in un magazzino che comporta una spesa di 20 Euro per ogni pezzo all'anno. Il costo di ogni ordinazione è di 80 Euro ed il prezzo di ogni tavola è di 30 Euro. Determinare la quantità ottima di ogni ordinazione, il numero di ordinazioni per anno ed il relativo costo minimo di gestione delle scorte.

Argomentazione sulle tecniche risolutive e possibili implementazioni.

Risolto il caso aziendale, si rende necessario motivare opportunamente le scelte risolutive applicate e nel contempo valutare la possibilità di prevedere per l'azienda in questione, un incremento del 20% del fabbisogno di materie prime e di conseguenza accertare l'incremento dei costi di gestione delle scorte mantenendo invariati i costi di ordinazione e di giacenza.

Il problema delle scorte